Reazione a Catena, Pino Insegno salta una puntata su Rai 1: ecco il motivo e la data

reazione-a-catena-1

Cancellazione di Reazione a Catena e di Pino Insegno su Rai 1. Dettagli su quando e perché il programma è sospeso.

I palinsesti televisivi possono subire modifiche frequenti a causa di eventi programmati o imprevisti, portando a spostamenti e cancellazioni di programmi. Recentemente, la Rai ha dovuto affrontare questa situazione a causa di motivi legati alla copertura di un evento di grande rilevanza.

Gli Europei di Calcio 2024 stanno infatti stravolgendo la programmazione televisiva, con partite che richiedono un adeguamento degli orari per trasmettere le competizioni. Gli ascolti straordinari delle partite hanno spinto l’emittente a effettuare cambiamenti drastici, come la cancellazione temporanea di alcuni programmi. Un esempio riguarda Techetecheté, solitamente trasmesso dopo il TG1, ora sospeso per fare spazio alla programmazione sportiva.

Reazione a Catena sospeso: cambiamenti nel palinsesto di Rai 1 per Svizzera-Italia

Il prossimo incontro della nazionale italiana, Svizzera-Italia, si terrà a Berlino il 29 giugno. La partita è cruciale per il percorso della squadra di Luciano Spalletti agli Euro 2024. Le partite precedenti, contro Albania, Spagna e Croazia, sono state trasmesse alle 21, risultando nella cancellazione della programmazione della prima serata e dell’access prime time del programma Techetecheté. Il match di sabato è programmato per le 18, richiedendo ulteriori modifiche per garantire una trasmissione fluida.

La copertura della partita inizierà alle 17 con approfondimenti targati Rai, seguiti da commenti sulle strategie di Spalletti. In caso di tempi supplementari o rigori, il TG1 delle 20 potrebbe essere posticipato. Notti Europee andrà in onda dalle 20:35 alle 22, seguita dal film I Ribelli del Weekend. Questo assetto comporta la sospensione del quiz show Reazione a Catena con Pino Insegno, che quest’anno conduce il programma molto amato dal pubblico. La trasmissione sarà interrotta per dare priorità alla partita.

Scritto da Augusto Clerici
Potrebbero interessarti